Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy

^Back To Top

Dona il tuo 5 per mille alla Federconsumatori - Codice Fiscale: 97060650583

Comunicati stampa

Con il pagamento del canone Rai in bolletta si è azzerata l’evasione.  L’avvento di risorse certe, però, non ha prodotto alcuna miglioria nella ricezione dei canali Rai in molti comuni della provincia di Palermo. Nessun investimento in infrastrutture, con  i disservizi rimasti inalterati.

A settembre 2016, una prima indagine di Federconsumatori Palermo aveva evidenziato che i cittadini del 42% dei comuni della provincia aveva una ricezione dei canali mediocre, se non scarsa,  e non riusciva a vedere tutti i canali Rai. I disservizi riguardavano, a macchia di leopardo, sia molti comuni dell’entro terra, sia quelli costieri.

Il monitoraggio aveva evidenziato una percentuale davvero elevata della diffusione  dei disservizi nella ricezione dei canali Rai” sottolinea Lillo Vizzini, presidente di Federconsumatori Palermo, “Nonostante denunce e sollecitazioni,  da allora non è cambiato nulla”.

Un sondaggio condotto in collaborazione con il sito Lascariweb, iniziato il 26 giugno 2017, ha prodotto centinaia e centinaia di segnalazioni e proteste, che danno contezza di quanto sia inaccettabile la qualità di ricezione nei comuni delle Madonie.

“L’ostilità di tanti cittadini verso il canone trova legittimità quando si deve pagare per un servizio pubblico scarso, se non inesistente, a volte” continua Lillo Vizzini “Perché, in molti casi, i cittadini sono costretti a dotarsi di un impianto satellitare per ricevere i canali Rai”.

Abbiamo deciso di sollevare il problema. Scriveremo al Ministero dell’economia e a Rai Way. La soluzione dei disservizi non è più procrastinabile”.

A complicare una situazione già precaria, l’avvento e la rapida diffusione del nuovo standard LTE sulle trasmissioni  per i cellulari  di quarta generazione (4G), per connessioni dati veloci, che  ha incrementato i problemi di ricezione. Infatti, il proliferare delle stazioni radiobase 4G crea, molto  spesso, gravi problemi di interferenze con i segnali del digitale terrestre.

I cittadini devono sapere che in caso di disservizio nella ricezione dei canali Rai possono chiamare Rai Way, società proprietaria degli impianti Rai. Il numero da fare è lo 0694809596. Possono verificare direttamente nel sito www.raiway.it la reale possibilità di presenza di interferenze e mandare dal sito stesso un form con il reclamo.

Inoltre, sempre in caso di interferenze e/o disservizi dovuti ai segnali  LTE, esiste un servizio di assistenza  ai cittadini,  “Help interferenze”. In caso di acclarati disturbi,  collegarsi al sito del servizio, www.helpinterferenze.it, e compilare  un webform per  richiedere gratuitamente l’intervento di un antennista che effettuerà, gratuitamente, l’intervento per la corretta ricezione dei segnali televisivi.

Palermo, 25 luglio 2017

 Segnalazioni

Copyright © 2013. Federconsumatoripalermo.it  Rights Reserved.